Comune di Cornaredo - Sito ufficiale

 

TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL´AMBIENTE



 
 
 
Quest´anno il Festival propone un affondo sulle opportunità offerte dalla green economy e dai nuovi modelli di sviluppo raccolte intorno ai quattro grandi temi oggi al centro del dibattito pubblico:
 
  1. soluzioni innovative per la produzione, gestione e consumo di energia, con particolare attenzione alle fonti rinnovabili, all´efficienza energetica e allo sviluppo delle tecnologie pulite;
  2. sviluppo sostenibile (recupero e riciclo, mobilità, green jobs, città e territorio);
  3. ambiente e filiera agro-alimentare: sullo sfondo dell´obiettivo più generale di ‘nutrire il Pianeta´ (tema centrale di Expo 2015) e nell´ottica di valorizzare tutte le risorse locali per una produzione agroalimentare efficace e sostenibile;
  4. tutela della biodiversità, anche in concomitanza dell´Anno Internazionale della Biodiversità (IYB, International Year of Biodiversity) proclamato per il 2010 dall´Onu.
I temi della tutela e della sostenibilità ambientale delle diverse attività umane sono sempre più presenti nel dibattito pubblico e nell´agenda politica e sociale. Alle analisi degli scienziati e agli accordi a livello internazionale, si accompagnano ormai una molteplicità di azioni da parte di diversi soggetti della società civile, mentre la consapevolezza ecologica si estende e si afferma a tutti i livelli.

È un trend denso di implicazioni soprattutto in campo economico e produttivo, dove si stanno facendo strada vari modelli di green economy. E´ anche una situazione non priva di importanti risvolti culturali, destinati a incidere sui comportamenti quotidiani dei singoli e delle organizzazioni e orientati all´adozione di nuovi stili di vita.

La natura della questione ambientale, con la sua complessità e pluralità di fattori, sottolinea peraltro la necessità di un approccio interdisciplinare e suggerisce una trasversalità degli interventi, che sappiano far leva sulle diverse dimensioni della convivenza civile (cultura, solidarietà, creatività, sussidiarietà) e sappiano chiamare in gioco tutti gli attori a livello locale e nazionale.

Per maggiori informazioni si segnala il seguente link: