Comune di Cornaredo - Sito ufficiale

 

Edizione 2012

Il Comune di Cornaredo nell´Edizione 2012 ha conferito la Civica Benemerenza ‘Il Corniolo D´Oro’ alle seguenti personalità:

1 - DARIO BRIGNOLI
 
Per l´estro dimostrato nel campo dell´arte e della musicalità che lo ha condotto, giovanissimo, ad affermarsi come clarinettista di fama internazionale.
Vincitore di innumerevoli concorsi tra i più prestigiosi nel suo campo, egli si sta rivelando uno dei migliori talenti,contribuendo in tal modo a promuovere l´immagine di Cornaredo in Italia e nel mondo.
 
2 - Don CARLO ARESI ­ alla memoria
 
Indimenticato e amatissimo Sacerdote a Cornaredo per oltre un ventennio, con la sua opera esemplare al servizio dei poveri e degli emarginati,
con il suo amore per i giovani e con l´entusiasmo di una vita intera dedicata alla propria missione, ha lasciato un segno tangibile
nel cuore dei cornaredesi che lo hanno conosciuto.
Biografia
Don Carlo Aresi nasce nel 1926 a Saronno. E´ Sacerdote dal 1950 fino al 1982, anno della sua morte avvenuta tragicamente, a causa di un incidente, mentre raccoglieva carta e stracci il cui ricavato sarebbe servito alla costruzione di un orfanotrofio.
Negli ultimi anni di sacerdozio Don Carlo Aresi è Parroco di Quinto Stampi, ma la maggior parte del suo sacerdozio (ben 23 anni dal 1950 al 1973) Don Carlo li vive a Cornaredo dove è coadiutore e responsabile dell´oratorio maschile che lui stesso contribuì a realizzare.
Uomo di grande giovialità ed umanità, maestro ed educatore per i giovani dell´oratorio, instancabile nell´adempimento ai doveri del proprio ministero al servizio dei poveri e degli emarginati, Don Carlo ha saputo essere un Sacerdote entusiasta e per questo amatissimo da tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo.
All´indimenticato Sacerdote, l´Amministrazione Comunale ha intitolato il piazzale antistante l´oratorio di Via Martiri di Belfiore: ‘Piazzale Don Carlo Aresi’.

3 - PAOLA SCAFFIDI
 
Biologa molecolare, presta la sua opera a favore della conoscenza dei reconditi meccanismi del corpo che racchiudono i segreti della vita cercando, con la sua opera, di studiarne i difetti e di proporre delle cure al fine di alleviare le sofferenze umane. Grazie alla sua attività di scienziata seria e innovativa, oggi il sapere medico ha maggiori possibilità di guarire i guasti prodotti dall´organismo umano nella sua continua rigenerazione.

 
4 - PIETRO CESARE TURZI
 
Per il grande impegno, la dedizione e la costanza dimostrati in oltre 40 anni di attività svolta a favore della collettività,
particolarmente espressa nell´esemplare sostegno all´AVIS ­ Sezione di San Pietro all´Olmo e Cornaredo
Biografia
Pietro Cesare Turzi nasce a Cornaredo nel 1934 e da sempre è qui residente.
Nell´anno 1968 viene eletto Presidente della locale Sezione AVIS di San Pietro all´Olmo-Cornaredo e viene poi rieletto più volte ricoprendo tale carica per ben 42 anni consecutivi fino al 2010, anno in cui il Consiglio Direttivo dell´AVIS lo nomina Presidente Onorario.
A partire dall´anno 1966 la sua personale attività di donatore lo ha portato ad avere al suo attivo 80 donazioni.
Insieme ai Consiglieri AVIS locali, ha attivato ­oltre allo storico servizio presso l´Ospedale di Rho- due nuovi punti per le donazioni presso i Centri Trasfusionali degli Ospedali San Carlo e Sacco di Milano.
Ha contribuito alla fondazione delle Sezioni AIDO e ADMO;
Ha collaborato con SOLIDALINSIEME, associazione che da sostegno alle persone diversamente abili;
Ha attivato AVISPORT, coinvolgendo giovani e ragazzi diversamente abili nell´ambito di varie manifestazioni sportive (particolarmente negli anni 1990/2001);
Ha contribuito alle iniziative per la realizzazione dei due monumenti dedicati all´AVIS, collocati uno a Cornaredo in Piazza Libertà e uno a San Pietro all´Olmo;
E´ stato insignito dell´onorificenza di CAVALIERE al Merito della Repubblica Italiana, firmata dal Presidente della Repubblica il 2 maggio 2009 e consegnata in occasione della cerimonia tenutasi in data 29 ottobre 2009 presso la sede della Provincia di Milano alla presenza del Sindaco di Cornaredo.
 
 
 
 

 

ALLEGATI